La sezione di AISA Ferrara Onlus nata nel 2010 collabora in questi ultimi anni con Fondazione A.C.A.RE.F. Onlus dedicandosi al sostegno degli ammalati di atassia.

In quest’ultimo anno, con la supervisione della Dott.ssa Valeria Tugnoli direttore del reparto di Neurologia dell’Azienda Ospedaliera di Cona (FE), hanno insieme avviato un progetto di SOSTEGNO ALLA PERSONA (SAP) che vede nel percorso di musicoterapia l’esperienza più importante e articolata.

L’idea è nata dall’entusiasmo di Olena Melnyk, socia Aisa e dalla sua passione per la musica, essendo diplomata in pianoforte, la quale nel 2015 ha concluso un Master di “Musicoterapia in Neurologia” con il massimo dei voti, condotto dal Prof. Granieri in collaborazione con l’Università di Ferrara.

La musicoterapia , essendo una materia multidisciplinare, può contribuire efficacemente al raggiungimento degli obiettivi specifici: attivare e sviluppare le capacità cognitive come attenzione, concentrazione, percezione, osservazione e aprire canali di comunicazione migliorando lo stato psico-emotivo e fisico dei partecipanti.

Il progetto è partito nell’ Aprile 2016 a Ferrara e nella vicina Polesella (RO) e si è rivolto a persone con patologie atassiche e non solo, in sedute di gruppo o singole.

Nello specifico la musicoterapia attiva ha impegnato i nostri pazienti nella creazione della musica stessa mediante strumenti musicali e usando il movimento corporeo. In tutto questo ha accompagnato bene il canto che ha a sua volta un effetto terapeutico. Lo scopo è stato quello di recuperare il tono muscolare anche parzialmente per affrontare meglio le attività quotidiane.

Partecipare attivamente a questa esperienza ha permesso ai pazienti di scaricare le tensioni e, allo stesso tempo, visto il miglioramento dovuto al costante impegno, ha permesso di ottenere grande soddisfazione e gratificazione.

All’inizio del percorso musicoterapico i nostri pazienti sono stati sottoposti a test specifici di funzioni cognitive e motorie con la supervisione della Dott. Tugnoli per valutare in modo scientifico i risultati alla fine del percorso.

L’attività ha riscosso molto entusiasmo e voglia di partecipare e divertirsi da parte delle persone coinvolte nel progetto perchè abbiamo presentato un percorso piacevole e privo di difficoltà associato a musica gradevole e coinvolgente.

IMG-20160512-WA0015

IMG-20160512-WA0037